RUCHE’ DI CASTAGNOLE MONFERRATO D.O.C. 

PRO NOBIS, il vino ruché nato con l’eccellenza della vendemmia 2000, riflette il nostro continuo
desiderio al miglioramento progressivo, l’esigenza innata e cosciente di assecondare i più profondi
e stimolanti dettami di madre natura, di assecondarla e guidarla verso selezioni e traguardi qualitativi
sempre più evoluti. È appunto “la selezione” che genera e caratterizza l’avvento di questo
ultimo prodotto dei nostri vigneti e della nostra esperienza di cantina. Dapprima abbiamo infatti
individuato il vigneto più vecchio, dove le viti, attraverso una pluridecennale selezione naturale,
hanno migliorato la propria produzione in uva. Poi la potatura prima e la coltivazione successiva
sono state impostate in maniera mirata, già predisposte ad una resa ridotta, ma di elevatissimo
livello qualitativo. Un’accurata cernita dell’uva ruché, nel suddetto vigneto, eseguita durante la
vendemmia, in un periodo climatico particolarmente soleggiato, ha fornito la materia prima per
ottenere questo particolarissimo e pregiatissimo crù. I migliori grappoli, raccolti in ceste ed immediatamente
vinificati in piccole botti, allo scopo di evitare alte temperature di fermentazione, hanno
subito fornito un mosto eccezionalmente ricco di sostanze aromatiche, oltre che di sali minerali,
zuccheri e presenze considerevoli di vitamine. Il vino ottenuto non ha subito filtrazioni traumatiche
prima dell’imbottigliamento ed ha sviluppato in primavera la fermentazione malolattica da sé, autonomamente,
senza stimoli ed interventi esterni. Imbottigliato a luglio, viene avviato alla commercializzazione
in tardo autunno, senza fretta alcuna, certi come siamo, che un ulteriore affinamento
in bottiglia ne migliorerà ulteriormente l’impatto degustativo.

TIPOLOGIA. Rosso.

VITIGNO. 100% Ruchè di Castagnole Monferrato.

DESCRIZIONE GENERALE. Il Ruché‚ è un vitigno senz’altro secolare, non se ne conosce l’origine ma si pensa fosse stato importato dalla Francia verso l’inizio del secolo scorso. Sono molte le leggende sul suo nome, ma una in particolare sembra la più attendibile: si narra che in un casolare, chiamato “Rocca”, alcuni frati vinificavano questo vino dolce da donare agli abitanti del vicino castello del Poggio; da qui il nome Ruché. Essendo vitigno più delicato di Barbera e Grignolino, se ne consiglia la potatura verso la primavera. Germoglia un po’ più tardi delle altre viti ed ha una vegetazione di un verde più vivo con i tralci più fitti.
Produce un grappolo lungo e rado, con acini rotondi e tanti semi; uva sempre dolcissima e molto precoce.
NOTE ORGANOLETTICHE. La persistenza aromatica è coinvolgente, totalizzante, oltre ogni possibile descrizione scritta o raccontata, in quanto la delicatezza del bouquet, della sensazione olfattiva e del retrogusto finale si compenetrano e rafforzano in un delicatissimo intreccio alternante colori, profumi, gusti, emozioni
e sensazioni individuali indescrivibili. In sintesi, PRO NOBIS è il RUCHE’ nella sua più ampia espansione e dilatazione nel gusto, nell’eleganza e nell’armonia. Sicuri che gli estimatori più sensibili ed esigenti in PRO NOBIS Ruchè di Castagnole Monferrato
potranno trovare conferma che l’evoluzione della natura offre ed offrirà sensazioni sempre nuove ed indimenticabili.

VINIFICAZIONE E AFFINAMENTO. Diraspatura e pigiatura soffice delle uve con basso tenore di anidride solforosa. Fermentazione a contatto con le bucce per 14/16 giorni ad una temperatura di 28-30° C con folature giornaliere. Fermentazione malolattica in vasche di acciaio inox. In primavera il vino viene microossigenato, con una speciale apparecchiatura che immette una quantità programmata di ossigeno nel vino.
Questa tecnica conferisce una micro-ossidazione, come avviene nelle barriques, ma senza apportare gusti di legno o profumi aggiunti.

ABBINAMENTO GASTRONOMICO. Sicuramente un vino speziato, che ben si sposa con una cucina ricca di aromi. Ottimo abbinamento con la selvaggina, cervo, cinghiale e lepre, oppure con animali da cortile brasati con lo stesso vino. Le sue caratteristiche permettono anche abbinamenti fantasiosi, come cibi asiatici,
in particolare cucina indiana e tailandese.